MeteoLand consiglia:

Black Angus e Carne Argentina

Altezza zero termico

CLICCA

SATELLITE

SATELLITE CLICCA

TEMPERATURE ATTUALI

Temperature attuali

TEMPERATURE PERCEPITE

RAFFREDDAMENTO DA VENTO CLICCA

RADAR NORD OVEST

RUN ECMWF

Run ECMWF

SITUAZIONE CENTROSUD, TEMPERATURA E PRECIPITAZIONI PREVISTE

 

CLICCA

PRECIPITAZIONI ATTESE CLICCA

Analisi Europa Evoluzione

CLICCA

ANOMALIE TEMPERATURE MARI E ATLANTICO

ANOMALIE SST CLICCA

 

ANOMALIE SST CLICCA

AO INDEX

AO Index

NAO INDEX

NAO Index

TEMPERATURE GLOBALI

Collaboriamo con

SIMON'S  WEBSITE METEO E NON

Collaboriamo con meteorologie.ro

 104 visitatori online

Attività solare e PEG futura, fantasia o realtà?

Da tempo la nostra  stella è sotto osservazione, il perdurante minimo solare preoccupa un po gli scienziati della Nasa, il sole continua a dormire, l'attuale ciclo 24 è tra i più blandi degli ultimi 50 anni, stiamo andando incontro ad una nuova PEG? Sul web si leggono i pareri di eminenti professori che preconizzano scenari foschi in termini di glaciazione imminente addirittura dal 2014, ma è veramente così? Vediamo come stanno realmente le cose. Lo scienziato russo Abdusamatov ha recentemente dichiarato che già nel 2014 la temperatura si abbasserà bruscamente e che piomberemo in una mini era glaciale che congelerà la Terra. Le ultime previsioni del Solar Prediction Center hanno confermato per l'autunno del 2013 il picco massimi di sunspot, macchie solari, nella misura di 66 al giorno, un livello molto basso che riporta al famoso minimo di Maunder, verificatosi agli inizi del 1600 e conclusosi intorno al 1715, in quegli anni gli inverni in America e in Europa furono particolarmente rigidi e le attività umane fortemente compromesse tanto da subire numerose e devastanti carestie. Ecco il grafico esplicativo che mostra l'andamento dell'attività solare negli ultimi 400 anni.

Notate la totale assenza di macchie durante il minimo di Maunder e la similitudine con l'attuale minimo.Ma stiamo andando velocemente incontro ad una nuova PEG? Le fluttuazioni del clima sono fisiologiche e normali in concomitanza con il verificarsi di alcuni fattori, come la variazione di alcuni importanti indici quali la PDO, e l'AMO, variazioni di temperatura e salinità degli oceani Atlantico e Pacifico, l'attività solare e le eruzioni vulcaniche giocano un importante ruolo nelle fluttuazioni climatiche ognuno per motivi diversi. Le variazioni del clima sono andate di pari passo con le variazioni degli indici PDO e AMO oltre che con il variare dell'attività solare, è statisticamente provato, nel nostro forum c'è aperta un'apposita discussione creata da un nostro utente che evidenzia come i fattori suddetti, cicli AMO,  PDO e attività solare uniti anche agli effetti ENSO siano i principali responsabili delle variazioni climatiche.

Vedete l'ampiezza temporale delle variazioni che rientrano in un range minimo di 20 anni ad un massimo di circa 40 anni, dopo l'ultimo periodo di Global Warming molto probamente il trend si sta esaurendo anche se attualmente le t. globali sono in ascesa, si andrà incontro al fenomeno opposto ovvvero del global cooling a partire dai prossimi anni, un'inversione di tendenza sia chiaro non vuol dire PEG ma l'inversione di un trend in salita e che va visto come una normale fluttuazione climatica che potete ben vedere dal grafico. Una PEG fa parte dell'ordine delle cose del clima terrestre e prima o poi tornerà in che termini di tempo e di modo al momento non è ancora chiaro ma i fattori che la determinano sono principalmente: l'attività solare, variazioni orbitali della terra, seppur minime ma importanti, composizione atmosferica , attività antropiche , correnti oceaniche ed eruzioni vulcaniche, ricordate il Pinatubo? Ecco il grafico che prova come nel 1991 la t. globale scese per effetto dell'imponente eruzione. continua....clicca sul leggi tutto

 

 

 

Anche gli impatti meteoritici hanno influenzato drammaticamente il clima, da qui la teoria sull'estinzione dei dinosauri. Quindi capirete che è altamente improbabile a parer nostro che ci ritroveremo nel bel mezzo di una PEG già nel 2014, molto probabilmente ci scalderemo meno e per la PEG c'è tempo, ancora molto tempo. Affinchè si verifichi un'Era Glaciale oltre alla bassa attività solare si devono verificare altri fattori e non certo nell'arco di poche decine di anni.

 

Fulvio Valagussa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cookie Information