MeteoLand consiglia:

Black Angus e Carne Argentina

Altezza zero termico

CLICCA

SATELLITE

SATELLITE CLICCA

TEMPERATURE ATTUALI

Temperature attuali

TEMPERATURE PERCEPITE

RAFFREDDAMENTO DA VENTO CLICCA

RADAR NORD OVEST

RUN ECMWF

Run ECMWF

SITUAZIONE CENTROSUD, TEMPERATURA E PRECIPITAZIONI PREVISTE

 

CLICCA

PRECIPITAZIONI ATTESE CLICCA

Analisi Europa Evoluzione

CLICCA

ANOMALIE TEMPERATURE MARI E ATLANTICO

ANOMALIE SST CLICCA

 

ANOMALIE SST CLICCA

AO INDEX

AO Index

NAO INDEX

NAO Index

TEMPERATURE GLOBALI

Collaboriamo con

SIMON'S  WEBSITE METEO E NON

Collaboriamo con meteorologie.ro

 93 visitatori online

Inverno 2013/2014 sarà davvero poco rigido?

Come sarà il prossimo inverno? In tanti da fine estate si stanno ponendo questa domanda, consultano le previsioni stagionali, discutono sui forum. Meteoland da sempre specializzata nelle previsioni stagionali ha stilato anche quest'anno la sua previsione e in tanti la stanno discutendo sul nostro forum. Ovviamente una previsione del genere viene stilata sulla base dell''elaborazione dei responsi dei modelli stagionali da poco in circolazione, dalla previsione della  situazione dell'ENSO, Nino e Nina per intenderci e dallo stato di alcuni importanti indici teleconnettivi, ovvero indici che sono indicativi sullo stato di alcuni importanti fattori che influenzano il clima su macroaree del nostro pianeta. In meteorologia,  che sapete bene non è una scienza esatta, la previsione deterministica del tempo è influenzata da un fattore dominante,  il clima terrestre è un sistema caotico, benché sia governato da leggi fisico-matematiche, le molteplici variabili in gioco e la difficoltà nell'ambito di calcoli matematici supercomplessi generano enormi difficoltà, qualcuno usa una metafora che rende bene l'idea: un battito d'ali di una farfalla a New York potrebbe scatenare un uragano dall'altra parte del mondo, questo perché l'atmosfera è supesensibile alle minime variazioni dei fattori in gioco e un piccolo errore nei dati di input, ovvero durante l'inizializzazione del modello porta ad un ardore previsionale esponenziale  e quindi una previsione stagionale è molto difficile perché alto  è  il margine di errore, ecco perché Meteoland  aggiorna mensilmente la tendenza con buoni risultati. Detto questo, ragionando sullo stato attuale di tutti i fattori che possono influenzare la stagione invernale che già vi abbiamo esposto nelle stagionali, sembrerebbe che, come già detto, il prossimo inverno dovrebbe risultare non particolarmente rigido. Ma sarà davvero così? Circolano in rete alcune teorie previsionali basate sulle convinzioni degli autori che prendono in esame altri fattori, la fusione dei ghiacci artici, la corrente del Golfo ecc, e prevedono un inverno super rigido, addirittura il più rigido da parecchi anni a questa parte. Noi non ci crediamo. Siamo inclini a credere che una previsione stagionale con tutte le sue difficoltà che vi abbiamo sopra elencate non può essere tracciata solo sulla base di alcuni fattori si importanti ma secondo noi non determinanti al fine della previsione stessa. Abbiamo plottato la correlazione dal 1949 al 2010 della QBO da Ottobre a Febbraiio con la pressione al suolo in Europa, come vedete dall'immagine risulta un'ingerenza anticiclonica causata molto probabilmente da un pattern di AO+ con Vortice Polare compatto. E' scientificamente provata l'influenza della QBO sul clima e la statistica supporta questi studi, 8 inverni su 10 con QBO positiva si sono rivelati poco rigidi, non è escluso che l'inverno a venire non faccia eccezione, lo scopriremo tra poco negli aggiornamenti mensili, a metà Novembre avremo più elementi per affinare la previsione stagionale, quindi a presto e restate connessi su Meteoland.

 

Fulvio Valagussa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cookie Information