MeteoLand consiglia:

Black Angus e Carne Argentina

Altezza zero termico

CLICCA

SATELLITE

SATELLITE CLICCA

TEMPERATURE ATTUALI

Temperature attuali

TEMPERATURE PERCEPITE

RAFFREDDAMENTO DA VENTO CLICCA

RADAR NORD OVEST

RUN ECMWF

Run ECMWF

SITUAZIONE CENTROSUD, TEMPERATURA E PRECIPITAZIONI PREVISTE

 

CLICCA

PRECIPITAZIONI ATTESE CLICCA

Analisi Europa Evoluzione

CLICCA

ANOMALIE TEMPERATURE MARI E ATLANTICO

ANOMALIE SST CLICCA

 

ANOMALIE SST CLICCA

AO INDEX

AO Index

NAO INDEX

NAO Index

TEMPERATURE GLOBALI

Collaboriamo con

SIMON'S  WEBSITE METEO E NON

Collaboriamo con meteorologie.ro

 80 visitatori online

Previsioni stagionali autunno inverno 2014/2015

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDF | Stampa | E-mail

Un caro saluto a tutti gli amici di Meteoland, in particolare ai nuovi arrivati che sappiamo essere sempre di più. L'inverno passato è stato mite e ha dispensato solo tanta pioggia in pianura al nord, la situazione teleconnettiva come vi dicemmo era poco favorevole e infatti solo le montagne hanno beneficiato di importanti precipitazioni nevose. Quest'anno si cambia musica, la situazione teleconnettiva è esattamente l'opposto e depone per un inverno dinamico anche in pianura. In particolare la QBO è in fase di negativizzazione, entro la fine dell'anno passerà in negativo anche alla quota barica di 50 hPa, l'attività solare è sempre molto low ed è prevista in ulteriore calo, questa accoppiata è favorevole a creare le condizioni per una debolezza cronica del Vortice Polare facendolo oggetto di ripetuti strat warming che arriverebbero a interessare anche la pianura e non solo le montagne. La situazione ENSO non dovrebbe influire sulla stagione a venire. Un'importante incognita è rappresentata dalle temperature che potrebbero risultare in alcuni periodi superiori alla media. Andiamo ora ad analizzare gli outlook dei principali modelli stagionali. Nel plot sottostante vedete l'ottima correlazione tra la QBO e i geopotenziali a 500 mb, ovvero buona vivacità dell'atlantico a sfornare precipitazioni verso l'Italia.

CONTINUA....(...) CLICCA SUL LEGGI TUTTO

 

 

 

 

IRI:

Secondo il modello in questione, le temperature al nord avranno una discreta percentuale di possibilità di risultare sopra la media,  più alte le percentuali in alcune zone del centro sud, meno in altre. Nessuna anomalia per l'Italia intera è prevista per le precipitazioni.

 

NASA:

Il modello della NASA propende per nessuna particolare anomalia per Novembre ma vede un forte sottomedia delle temperature a Dicembre, risulteranno poi sopra la media a Gennaio e Febbraio. Per quanto riguarda le precipitazioni, nessuna anomalia per Novermbre, leggermente sotto la media a Dicembre, per Gennaio possibile sopra media precipitativo per il centrosud e settori di nord ovest, Febbraio più secco al centrosud e nessuna particolare anomalia al nord.

 

CFSv2:

Le temperature a Novembre non avranno particolari anomalie, risulteranno sopra la media a Dicembre su quasi l'Italia intera con esclusione di parte del centro sud e buona parte della Sicilia sud orientale e Sardegna intera. A Gennaio le temperature al nord torneranno in media, rimarranno sopra la media  su Emilia, Toscana e una ristretta parte del centro e in alcuni settori del sud, niente anomalie termiche a Febbraio fatta eccezione per parte del centro Italia. Le precipitazioni a Novermbre saranno sotto la media specie al nord ovest, in media ad est, in media sul resto d'Italia fatta eccezione per il sud della Sicilia che sarà sottomedia, parte del sud avrà precipitazioni sopra la media, parliamo di Puglia e Calabria, Dicembre, forti precipitazioni da nord sino al centro, molto sopra la media sui settori più ad ovest e sul nord est, più secco su parte del centrosud e Sicilia sud orientale, a Gennaio precipitazioni sopra la media al nord, più secco al sud e Sicilia, nessuna particolare anomalia a Febbraio, più secco al sud e Sicilia.

CONCLUSIONI:

L'inverno 2014/2015, secondo le nostre analisi e la situazione teleconnettiva creatasi e visti gli outlook dei principali modelli stagionali ci fa propendere per un inverno freddo e nevoso anche in pianura, un'importante incognita è rappresentata dalla temperatura che in alcune zone risulteranno sopra la media e potrebbero alzare la quota neve, altra incognita è determinata dal fatto che in alcuni casi, circa 2 inverni su 10 nonostante la QBO negativa e il minimo solare propizi questi inverni  non si sono rivelati secondo le aspettative, questo perchè le variabili in gioco sono molteplici e tutto può essere stravolto. Vi ricordiamo comunque la discussione aperta sul forum e l'importante aggiornamento stagionale che non mancheremo di mettere online intorno alla metà del mese. Buon inverno a tutti.

Fulvio Valagussa

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cookie Information