MeteoLand consiglia:

Black Angus e Carne Argentina

Altezza zero termico

CLICCA

SATELLITE

SATELLITE CLICCA

TEMPERATURE ATTUALI

Temperature attuali

TEMPERATURE PERCEPITE

RAFFREDDAMENTO DA VENTO CLICCA

RADAR NORD OVEST

RUN ECMWF

Run ECMWF

SITUAZIONE CENTROSUD, TEMPERATURA E PRECIPITAZIONI PREVISTE

 

CLICCA

PRECIPITAZIONI ATTESE CLICCA

Analisi Europa Evoluzione

CLICCA

ANOMALIE TEMPERATURE MARI E ATLANTICO

ANOMALIE SST CLICCA

 

ANOMALIE SST CLICCA

AO INDEX

AO Index

NAO INDEX

NAO Index

TEMPERATURE GLOBALI

Collaboriamo con

SIMON'S  WEBSITE METEO E NON

Collaboriamo con meteorologie.ro

 139 visitatori online

Prima decade Gennaio 2017: possibile importante irruzione polare.

Un saluto cari amici di Meteoland. Il nostro esperto Andrew da tempo insiste sulla possibilità di una forte irruzione artica per split del Vortice Polare innescato da Heat Flux in sede Aleutinica con forte attività d'onda della WAVE 1 che innescherebbe una ferita profonda nella struttura del Vortice Polare facendolo collassare in due tronconi. Un profondo vortice ciclonico da monitorare attentamente raggiungerebbe la costa est degli USA e poi si butterebbe in Atlantico con risvolti tutti da monitorare, un'altro pezzo del Vortice Polare irromperebbe da est chiudendo la manovra a tenaglia. Naturalmente la distanza è ancora tanta e qualcosa cambierà ma stante le carte ci sembra di poter affermare che l'alta pressione non avrà vita facile e l'artico si prenderà la rivincita. Il tutto potrebbe ancora una volta finire negli USA ma se la colata dovesse colpirci in pieno potremmo avere giorni di gelo e neve importanti.Aspettiamo conferme e ulteriori dettagli dal nostro esperto e seguiamo l'evoluzione modellistica in questi giorni.

Notate i due profondi vortici ciclonici in Atlantico e la possente colata artica direttamente dal lobo Siberiano del Vortice Polare. Con questa configurazione con due lobi propensi verso sud gli scenari si fanno molto interessanti.

Da questa emisferica di GFS si può notare il forcing Aleutinico che taglia in due il Vp facendolo splittare nei due lobi che si riversano verso sud, una parte verso gli USA con formazione di due cicloni in Atlantico e una parte da est verso l'Europa. Configurazione interessante e foriera di forte maltempo se tutto verrà confermato. A presto con ulteriori aggiornamenti.

Fulvio

 

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cookie Information